Logo Deutera
 Medical Nutrition Partner
Acquista on line
risparmi fino
al 36%
HOMEPAGE - Chi siamo - Link  - Trova - News Letter - Contatti  - Google+
 
     
» Home page » Disfagia
     

 

 


Qualitą e sicurezza

 


Prodotti

 


Novitą del mese!

 


Dove acquistare

 


Congressi e notizie

 

 

 

Disfagia

1. Cosa è la disfagia?
Disfagia è il termine medico per descrivere ogni difficoltà o fastidio legati al processo di deglutizione. Per un soggetto che soffre di disfagia c'è il rischio che alimenti, saliva, acqua e bevande «vadano per traverso» e possano quindi finire parzialmente nelle vie respiratorie anziché nello stomaco, dando una sensazione di soffocamento, tosse e dolore.

2. Quali sono i sintomi della disfagia?
Si può sospettare disfagia se al momento dei pasti si presentano sintomi come: cibo alimenti e liquidi che «vanno di traverso», frequenti colpi di tosse, cibo bloccato in gola, sensazione di soffocamento da cibo o liquidi o saliva, voce gorgogliante, malessere localizzato alla gola o al petto durante la deglutizione.
In presenza di questi sintomi è opportuno rivolgersi al proprio medico curante.

3. Chi è a rischio di disfagia?
La disfagia o incapacità di deglutizione, o difficoltà di ingerire cibi o bevande,  o soffocamento da cibo piuttosto che saliva e liquidi di traverso, può manifestarsi in associazione a numerose situazioni: poiché il processo di deglutizione è regolato da numerosi nervi e muscoli ed è estremamente delicato, qualsiasi danno neuro-muscolare che colpisca direttamente o indirettamente l'area «capo-collo» può dare problemi. È il caso di Ictus, Alzheimer, Parkinson, SLA, Sclerosi Multipla, Cerebrolesioni, etc.

4. Quali sono le conseguenze della disfagia?
Il passaggio di particelle di cibo nelle vie respiratorie (aspirazione) può dare origine a infezioni polmonari che possono esser potenziali cause di morte.

Malnutrizione e disidratazione sono tra i rischi più frequenti come conseguenza della limitazione o del rifiuto di cibo e bevande che il paziente con disfagia mette in atto come forma di difesa dal disagio/dolore derivante dal senso di soffocamento da cibo e liquidi, dal dolore causato dai ripetuti colpi di tosse che accompagnano i suoi pasti.

5. Cosa si può fare per aiutare chi soffre di disfagia?
Assistere il paziente per ridurre il rischio di aspirazione (cibo nelle vie aeree) e soffocamento, e ottimizzare lo stato nutrizionale per prevenire malnutrizione e disidratazione adottando opportune misure di modifica della consistenza dei cibi:  modificare la consistenza di acqua e cibi liquidi e solidi con addensanti e gelificanti per favorire la deglutizione in maggior sicurezza.

6. Cosa deve mangiare chi soffre di disfagia
L'opinione comune che acqua e bevande siano più facili da mandar giù non vale per chi soffre di disfagia: in realtà per il disfagico i liquidi, compresa la saliva, rappresentano un pericolo perché possono più facilmente finire nelle vie respiratorie. Si è osservato che modificando la consistenza dei liquidi, rendendoli quindi più densi con addensanti o gelificanti opportuni, questo rischio si riduce. Come regola generale si suggerisce quindi di ricorrere a bevande e alimenti (resi omogenei con un mixer) opportunamente addensati e assunti a piccoli bocconi. Evitare tutti gli alimenti friabili, pastine in brodo (solido e liquido), minestre di verdura, etc.

7. Gli addensanti contengono amido di mais geneticamente modificato?
No. La scritta «amido modificato di mais» che compare negli ingredienti degli addensanti in polvere sta a significare che l'amido è stato «modificato» - cioè pre-trattato termicamente o chimicamente - per consentire di esplicare l'effetto addensante anche a freddo senza bisogno di cottura.
L'addensante in polvere Dens Up, così come ogni altro integratore proteico, vitaminico - minerale prodotti da Deutera,  non proviene da mais geneticamente modificato.

8. È necessaria la prescrizione del medico per acquistare acqua gelificata o addensanti?
No. Per l'acquisto della polvere gelificante per acqua Gel up Aqua (in bustine monodose) o Dens Up Cristal (in barattolo), e dell'addensante Dens Up e Dens Up Velutè (in barattolo) non si richiede nessuna prescrizione medica. I prodotti sono normalmente acquistabili in tutte le farmacie oppure on line. È comunque sempre utile sentire il parere del medico, della dietista o del farmacista che sapranno consigliare per il meglio.

9. Se mia mamma soffre di disfagia o di difficoltà di deglutizione, corro il rischio di ammalarmi anch'io?
No. Non esistono prove che ci sia una predisposizione di tipo familiare o un'ereditarietà per la disfagia. La disfagia non è una malattia ma è semplicemente un «disturbo» che si può riscontrare in molte patologie ed esser presente in età avanzata come fatto fisiologico (presbifagia) legato all'invecchiamento.

10. In quanti gusti è disponibile Gel Up Aqua?
La polvere gelificante di Gel Up Aqua è stata pensata senza aromi aggiunti, unica sul mercato insieme al gelificante Dens Up Cristal, per lasciare il sapore naturale «neutro» dei gelificanti utilizzati, e consentire così al paziente di assumere una bevanda il più vicina possibile all'acqua.
Gel up Aqua ha quindi un gusto neutro come l'acqua e, a differenza di tutti i vasetti gelificati in commercio, non obbliga alla scelta di un gusto aromatizzato che può stancare.

11. Gel up Aqua e Dens Up Cristal sono adatti solo per gelificare acqua?
Gel Up Aqua, come il Dens Up Cristal, possono essere impiegati per gelificare ogni bevanda essenzialmente acquosa come ad esempio the, camomilla, tisane, caffè ma non sono adatti a gelificare bevande ricche di nutrienti come ad esempio latte e succhi di frutta o alimenti come creme di verdura o minestrine frullate.
Per questi alimenti si consiglia di ricorrere a Dens Up o Dens Up velutè, addensanti in polvere estremamente versatili e particolarmente adatti per addensare alimenti liquidi o semiliquidi.

12. Questi prodotti possono interferire con altri farmaci?
Ad oggi non sono noti fenomeni di interferenza dei prodotti Deutera addensanti, gelificanti o integratori nutrizionali con i farmaci. Resta comunque sottinteso che la quantità di fibre, proteine, vitamine e minerali assunta con il prodotto si va ad aggiungere a quella già assunta con la normale alimentazione.

13. Soffro di disfagia ma sono anche allergico a molti alimenti: posso utilizzare gli addensanti in polvere?
Dens Up è un prodotto a base di amido di mais che, oltre ad esser naturalmente privo di glutine (gluten free), è garantito esente anche dai principali allergeni quali, per citarne solo alcuni, uova, latte e lattosio, soia, lievito, arachidi e derivati, noci, nocciole e mandorle, sesamo e derivati.
Dens Up Velutè è un prodotto a base di amido di patata, è naturalmente privo di glutine (gluten free) ed è garantito esente anche dai principali allergeni.
In caso di allergie o di intolleranze a sostanze particolari o rare è sempre comunque opportuno interpellare l'azienda o il medico curante.

14. La mia religione ha rigorose prescrizioni alimentari: posso assumere Dens Up?
Dens Up è un prodotto certificato Kosher e Halal. Dens Up può quindi essere esser utilizzato liberamente perché consentiti dalla norma religiosa di riferimento (la norma ebraica per kosher e quella coranica per halal).
Dens Up, è adatto anche a soggetti Vegetariani, Latto-vegetariani, Vegani e Ovo-vegani.

15. I prodotti per il paziente disfagico sono rimborsati dal Sistema Sanitario Nazionale?
In quanto «Alimenti Destinati a fin Medici Speciali» i prodotti Dens Up e Gel Up Aqua sono riconosciuti come «erogabili» ai soggetti aventi diritto. I criteri sono fissati dalle varie Regioni/Asl alle quali si consiglia di rivolgersi per chiarimenti.

 

 

 

 

 

 
      Ultimo aggiornamento:  16/09/2014 - Sito aggiornato tramite "Faidate"   [ Login ]