Integrazione di proteine e fibre solubili: più gradevole con la composta di mele

Oggi si vive di più rispetto a ieri ed è necessario mantenersi indipendenti il più a lungo possibile. Muscoli forti, ossa solide e un intestino ben funzionante diventano quindi una necessità per raggiungere questo obiettivo. Purtroppo, con l’età arrivano le difficoltà nella masticazione e la perdita di appetito soprattutto nei confronti della carne. Per assicurarsi la quantità giornaliera di proteine e fibre necessarie per la salute di muscoli ed intestino si ricorre, allora, all’uso di integratori nutrizionali. Tuttavia, le persone anziane non assumono questi integratori nutrizionali con costanza a causa della loro quantità prescritta, o consistenza, o gusto. In questi casi, le proteine vegetali possono invogliare al consumo grazie alla loro alta digeribilità e alla possibilità di utilizzarle come basi per una dieta varia e gustosa.

François-André Allaert e colleghi del CEN Nutriment di Dijon, in Francia, hanno valutato il gradimento di una composta di mele arricchita con proteine di pisello, proteine di frumento idrolizzate e fibre solubili da parte di un gruppo di persone anziane sane. Allo studio, pubblicato su Aging Clinical Experience Research, hanno partecipato 24 volontari di età 70-90 anni residenti in due case di riposo a Dijon. La composta di mele ricca di proteine e fibre solubili è stata assunta ogni due giorni per tre settimane consecutive. Il team di ricercatori ha misurato i cambiamenti di percezione, la gradevolezza, l’affaticamento e la digestione del composto di mela nei giorni 0-7-15 e 21 dall’inizio dello studio. La quantità di composta di mele ingerita è stata, invece, misurata dopo ogni pasto.

Al primo assaggio, la composta di mele ricca di proteine e fibre solubili è stata giudicata «molto gradevole» dal 91,6% dei volontari. Questo apprezzamento è rimasto elevato anche dopo, con un 79,2% alla prima settimana, 83% alla seconda settimana e 79,2% alla terza settimana. La quantità di composta di mele assunta nelle tre settimane è risultata compresa tra 61,5%-79,5% del totale messo a disposizione durante i pasti. Durante l’assunzione della composta di mele con proteine e fibre solubili, non ci sono state variazioni di affaticamento e di digestione tra una settimana e la successiva dello studio.

«Le proteine di pisello, quelle di frumento idrolizzate e le fibre solubili sembrano fornire una forma appropriata di integrazione di proteine e fibre nella dieta di persone anziane ospiti delle case di riposo» osservano gli autori, che concludono: «associata ai prodotti alimentari tradizionali, questa formulazione innovativa è una soluzione alternativa ai soliti supplementi nutrizionali grazie alla diversificazione del cibo, aiutando le persone anziane ad aumentare l’aderenza all’uso di questi elementi».

Sul mercato esistono diversi prodotti nutrizionali sviluppati per garantire l’integrazione di fibre solubili nella dieta. Alcuni di questi, come il Fiber Up Deutera, grazie alla presenza di fibre solubili non gelificanti, possono essere impiegati sia in preparati freddi che da cuocere grazie alla elevata semplicità e versatilità d’uso, oltre che all’assenza di odore e sapore. Per mantenere una dieta con alto valore nutrizionale e con gusto.

Alessandra Gilardini, biologo, Ph.D. in Neuroscienze, Master in Comunicazione e salute nei media contemporanei.

Fonte: Allaert FA, Guérin-Deremaux L, Mauray-Soulier A, Saniez-Degrave MH. Evaluation of adherence by elderly nursing home patients to regular consumption of apple compote enriched with protein and soluble fiber. Aging Clin Exp Res. 2015 Aug 4. [Epub ahead of print]

Leave a comment