Scovato il gene responsabile dell’obesità ereditaria

Due gruppi di scienziati inglesi hanno identificato una lunga lista di mutazioni del gene Sim1, che possono essere all’origine di forme gravi di obesità ereditaria.

Se è vero infatti che il sovrappeso, in larga parte, è causato da stili di vita scorretti – tengono a precisare gli esperti – anche il Dna può giocare un ruolo importante. E le ultime ricerche, pubblicate sul Journal of Clinical Investigation, inchiodano nuovi difetti di Sim1.

Gli studi sono stati condotti indipendentemente da due team, uno guidato da Sadaf Farooqi dell’Addenbrooke’s Hospital di Cambridge (Gb), che ha individuato 13 mutazioni del gene Sim1 in pazienti obesi, l’altro da Pilippe Froguel dell’Imperial College di Londra, che ha descritto 8 mutazioni di Sim1 in adulti con obesità patologica e con un disturbo simile alla sindrome di Prader-Willi. Una ridotta funzione di Sim1 sembra tradursi in un maggior consumo di cibo e in disfunzioni nervose.

Identificare le mutazioni coinvolte nei casi di obesità genetica – spiegano gli studiosi – può aiutarci a comprendere processi complessi come il dispendio energetico di un organismo a riposo e i meccanismi che regolano i comportamenti alimentari, la crescita e lo stoccaggio dei grassi».

Leave a comment