SLA: Dalla ricerca ARISLA nuove tecnologie per i pazienti con SLA

Venerdì 21 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale sulla SLA. Per l’occasione AriSLA, Fondazione Italiana di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica, promuove il IV Convegno annuale “Nuove prospettive di ricerca. Per un futuro senza SLA!”. A Milano, presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo, medici e ricercatori faranno il punto sulla ricerca scientifica sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica, malattia neurodegenerativa dell’età adulta che colpisce 6-7 persone ogni 100.000 abitanti e di cui non si conoscono ancora le cause e non ci sono terapie di cura.
Il convegno di quest’anno è dedicato in particolare alle tecnologie al servizio dei pazienti e ai sistemi innovativi per la comunicazione. Questi strumenti, definiti di comunicazione aumentativa alternativa, sono importanti per i pazienti colpiti da SLA che, pur mantenendo intatte le capacità cognitive, con l’avanzare della malattia perdono progressivamente le capacità di comunicare con il mondo esterno. La ricerca di AriSLA ha messo a punto nuove tecnologie che permettono ai pazienti di continuare a comunicare e relazionarsi con familiari e amici per tutto il decorso della malattia, fino alle sue fasi più avanzate. Il convegno sarà poi occasione per presentare i progetti vincitori del bando di concorso 2012. Fondazione AriSLA, è il primo organismo in Italia che si occupa di promuovere, finanziare e coordinare la ricerca scientifica sulla SLA. Dal 2008 a oggi ha investito in ricerca oltre 5.600.000 di euro, sostenendo il lavoro di più di 100 ricercatori.

Leave a comment